venerdì 7 settembre 2007

Irish news - Pt. 1

L'Irlanda e' un Paese fin troppo tranquillo, a livello mediatico, specialmente per gli standard a cui siamo abituati in Italia: apro l'homepage del Corriere la mattina e mi trovo di fronte polemiche roventi, fattacci di cronaca, gossip feroce, eccetera, mentre qui la prima paginea di qualsiasi giornaletto (il piu' serio sembra essere l'Independent, ma anche li' ci sarebbe da ridire...) riporta come massimo titolo la vincitrice del concorso di bellezza della contea di Wicklow, piuttosto che "una terribile sparatoria con inseguimento a Dun Laoghaire" (per capirci, un agente della Garda ha sgamato un ladruncolo che tentava di aprire una macchina e quello ha esploso un colpo di pistola in aria assolutamente a caso prima di essere bloccato senza feriti o danni di sorta).
Insomma, e' chiaro che i giornali devono sopravvivere pure qui, e allora che succede? Che, esattamente come accade per i nostri quotidiani locali (chi legge La Provincia o Il Cittadino sapra' di che parlo) si spacciano per fondamentali e serissime notizie che in realta' sono ridicole o involontariamente esilaranti.

Ieri salgo sulla Luas e apro l'Herald AM, uno dei giornaletti che danno gratis alla fermata, giusto per leggere che "dei gravissimi atti di vandalismo sono stati bloccati a Nord di Dublino: un teppista aveva preso di mira una societa' di pompe funebri, distruggendone a piu' riprese l'esposizione. E' stato finalmente catturato e gli sono stati addebitati 120.000 € (!) di danni quando un eroico detective privato l'ha colto sul fatto dopo essersi nascosto in una delle bare esposte"....

Ora, 3 considerazioni:

a) Quanto ha aspettato l'eroico detective in quella bara? Una settimana?
b) Se rinasco voglio fare l'investigatore privato in Irlanda. Decisamente.
c) La notizia era in seconda pagina con titolone di rilievo: fate voi...

6 commenti:

el bite ha detto...

Vero vero vero: i Paesi industrializzati a bassa densità sono per me i posti migliori dove migrare, e l'Irlanda è uno di questi (al 35° posto per densità su 45 paesi europei analizzati in un sito web che sto consultando proprio adesso). La Svezia è al 42° posto, l'Italia all'11°, il Regno unito all'8°. Insomma, mentre a Londra ho assistito di persona a più scene degne di CSI, in Svezia c'era invece un programma TV di pubblica utilità tipo "Chi l'ha visto", riferito però ai crimini della settimana accaduti nell'intera nazione (ricordo che il più grave fu il furto di una Mercedes).

oas ha detto...

meglio così baud :o

piaoellea ha detto...

Per rimanere sul tema di "Paesi in cui si vive meglio"... Ho letto ieri sul corriere questa classifica:

La classifica dei Paesi dove si vive meglio secondo l'Economist
1. Norvegia
2. Islanda
3. Australia
4. Irlanda
5. Svezia
6. Canada
7. Giappone
8. USA
9. Finlandia, Olanda, Svizzera
12. Belgio, Lussemburgo
14. Austria
15. Danimarca
16. Francia
17.Italia, Inghilterra
19. Spagna
20. Nuova Zelanda

Dai non vedo l'ora di fare il salto di 13 posizioni piu' in alto!

piaoellea ha detto...

Tra l'altro pensavo... l'eroico detective è diventato eroico perche' in quella bara ci è morto per davvero a furia di aspettare? E il ladruncolo è stato colto (da malore) sul fatto, immagino, quando ha fatto la scoperta...
Le avessimo noi news del genere sul corriere.it!

razza75 ha detto...

Tutto il mondo è paese, a quanto pare...

Super M. ha detto...

Aaaaarghhhh, traggggediaa!!!
Siamo dietro perfino ai francesi...