domenica 5 agosto 2007

Il "tipo" irlandese

L`impatto piu` forte, dal mio punto di vista, con l`Irlanda e`, anche se sembra banale dirlo, quello con l`Irlandese tipo: un modello decisamente particolare e ben diverso dall`italiano/ota medio a cui siamo abituati. Non ho pero` nessuna voglia di cantare le lodi dell`irish medio da bravo esterofilo, non vi spaventate; raccontero` solo qualche aneddoto per farvi capire a cosa si viene incontro nel primo mese di permanenza in citta`.

Prima di tutto, non e` cosi` vero che gli irlandesi sono gioviali: sono loquaci, e` diverso. Loro ti parlano, ti chiedono, ti rispondono senza il minimo problema, il che non vuol dire che vogliano instaurare un qualsiasi rapporto con te... Stanno semplicemente assecondando la loro natura, che e` evidentemente portata alla comunicazione. Poi e` chiaro che se vi infilate - e se siete qui lo farete presto - in un pub random il venerdi` o sabato sera il tasso di giovialita` (e non solo quello) aumenta in fretta!

Primo esempio: al mio arrivo mi e` stato fornito un indirizzo sbagliato, che il tassista non riesce ovviamente a trovare perche` inesistente. Dopo mezzora di giri a vuoto mi faccio sbarcare nel mezzo di un simpatico gruppo di casette e telefono in azienda per capire quale ponte dovro` sclegliermi come tetto per la notte, e mi viene detto "No, tu sei al b&b tale, vai la` che la tua camera e` gia` pronta!". Ripiglio un taxi in quella landa sperduta alle pendici dei monti (oddio, monti...) e mi ci faccio portare.

Al mio ingresso il gestore, tale Henry, mi mostra sbrigativamente la stanza spiegandomi "No fumo / No cibo / No compagnia!" e accompagnando il suo inglese dublinese (per chi non lo conoscesse, le U restano tali... provate a sentire come dicono BUS o MUCH...) con eloquenti gesti da "Io Tarzan, tu Cita". La tentazione di sbattere i tacchi e rispondere urlando uno"Jawohl!" e` forte, ma mi trattengo per non rovinare l`idillio con una lieve gaffe. Una crepa pero` si apre nel mio sorriso quando Henry, subito dopo avermi fatto girare intorno alla Ferrari parcheggiata nel garage per spostare la valigia, mi dice "Tutto ok, allora, Sebastien?": una lieve inquietudine inizia a serpeggiare, solidificata dal fatto che alla mia risposta "Ok Henry, and by the way... My name`s Alberto" il militaresco ometto mi replica "No problem Sebastian, breakfast tomorrow at 8 o`clock!".

Per 3 lunghi giorni, ad ogni colazione e ogni volta che incrociavo lui o la moglie, mi sentivo chiamare Sebastien (erano arrivati persino al piu` confidenziale Seb), e io, subodorando l`inghippo, mostravo 32 scintillanti denti agitando la manina... finche` un brutto giorno la contabile dell`azienda non viene da me e mi spiega che c`e` stato un errore, devo andare in una casa condivisa e al b&b ci deve arrivare un francese, tale Sebastien! Al che mi arrendo, torno alla stanza a raccogliere la mia roba e per l`1ultima notte e trovo l`arcigno Henry, col cuore infranto, che mugugna qualcosa di simile a "Buonanotte" e, la mattina dopo, mi serve visibilmente controvoglia la mia ultima colazione irish (uovo, salsicce, pomodoro, macedonia, succo di frutta...SBAV). La cinesina che alle 10 bussa alla mia porta urlando "COLLIIIIIIN COLLIIIIIIN" (ci sono voluti 10 minuti buoni per realizzare che intendeva dire "Clean", e cioe` che doveva pulire la camera, quando io gia` mi vedevo scambiare ora per un`attrice californiana) e` il degno epitaffio della mio primo impatto con gli irlandesi.

Amore a prima vista.

5 commenti:

el bite ha detto...

UAHAHAHA queste vicende sono talmente divertenti che me le sono divorate in un soffio! Quando hai tempo libero continua a raccontare, che io (noi) ti leggeremo sempre, perchè pare che nell'Isola di Smeraldo non sia possibile annoiarsi. Voglio dire... almeno secondo i miei gusti non potevi impostare il blog meglio di così: aneddoti aneddoti aneddoti (in confronto "Turisti per Caso" sono 'na palla, mica scherzo)! Del resto qui ci son professionisti, mica turisti ueeeeeeh!! In bocca al lupo, a presto - ALE

ALI ha detto...

Caro Sebastien, spero che lì sia tutto ok e le gnocche siano tutte simili a Nicole Kidman. Presto aprirò anch'io un blog, ma il mio sarà serio.
beh, buona permanenza in Irlanda.
e non è da escludere che presto verrò a trovarti. mi vuoi, vero?!?!
ciao, ALI

Anonimo ha detto...

ciao puccioooooooo....
come la va in Scossssssia, ops.. in Irlanda.... me pense che pandi' l' è al pais pus a bel del mund

Anonimo ha detto...

ps da quando te ne sei andato da pandino già due persone si sono suicidate nel vacchelli!ammadò
ah.. sono filo

Paolo ha detto...

AH AH AH!!!! Sebastien... Fantastico!!! Poi ci credo che gli italiani vengono sempre maltrattati, all'estero! Ma una domanda mi assilla: 'sto povero cristo d'un Sebastien dove diavolo è stato mentre tu gli occupavi abusivamente l'alloggio??? XD